Banca Popolare di Milano: mutuo a tasso variabile con CAP


Banca Popolare di Milano propone il mutuo a tasso variabile con CAP (tetto massimo) che stabilisce, fin dal momento della sottoscrizione, il tasso d’interesse massimo applicabile.

banca-popolare-di-milano

Il tasso d’interesse varia in relazione all’andamento del mercato finanziario, secondo l’indice di riferimento contrattualmente previsto, ma non potrà superare il tasso massimo contrattualizzato (CAP) per tutta la durata del finanziamento. Il vantaggio consiste nella possibilità di beneficiare di eventuali riduzioni del tasso legate all’andamento favorevole dei mercati principalmente all’inizio quando il debito è più elevato e l’incidenza degli interessi è maggiore. Il mutuo con CAP è consigliabile a chi desidera avere la sicurezza di conoscere il valore massimo che il tasso potrebbe raggiungere.

Lo svantaggio consiste sia nell’incremento della rata in caso di crescita del parametro, sia nell’impossibilità di quantificare alla stipula gli interessi riconosciuti a fronte del finanziamento.Tale forma consente di adeguare, a decorrenza rata, il tasso e la misura degli interessi, allineando gli stessi all’andamento reale del costo del denaro. Le rate scadono a fine periodo solare (mese, trimestre, semestre). Per stipula effettuata con atto unilaterale le rate sono esclusivamente mensili.


L’ammortamento potrà essere preceduto da un periodo di preammortamento durante il quale verranno addebitate rate di soli interessi calcolati a decor rere dalla data di erogazione e fino alla messa in ammortamento del capitale finanziato. In caso di stipula unilaterale detti interessi saranno pagati unitamente al pagame nto della prima rata prevista dal piano di ammortamento.

Il calcolo degli interessi sia di preammortamento che di ammortamento è effettuato sulla base dell’ann o civile di 365/366 giorni. Se il pagamento delle rate avviene con addebito a valere su conto corrente acceso presso la banca, la s tessa viene a ciò espressamente autorizzata.Il pagamento delle rate può avvenire anche a mezzo domiciliazion e bancaria(RID). Oltre all’ipoteca, la Banca può chiedere il rilascio di una fideiussione ovvero di altra garanzia anche da parte di terzi,a garanzia del rimborso del finanziamento.

L’importo massimo finanziabile ammonta all’80% del minore tra il valore di mercato e il prezzo di acquisto dell’immobile offerto in garanzia. La durata del finanziamento varia da 61 mesi a 360 mesi. Il tasso è variabile pari all’Euribor 3 mesi + spread. Le finalità sono l’acquisto/costruzione/ristrutturazione/surroga attiva/rifinanziamento. A garanzia del rimborso del finanziamento viene iscritta ipoteca su bene immobile.